Home > Bridge Film Festival > ARCHIVIO

Logo Bridge Film Festival

BRIDGE FILM FESTIVAL  2014

 

Purtroppo sono più numerosi gli uomini che costruiscono muri di quelli che costruiscono ponti.

 

cover fb

COSA STIAMO ASPETTANDO?

Il team aspira ad un evento unico nel suo genere, con il quale Verona vuole confermarsi  centro sovranazionale di fermento creativo, culturale ed economico. Il ponte come simbolo e come teatro fisico vorrà essere il protagonista del Bridge Film Festival, celebrazione e concorso internazionale che abbraccia la più seguita delle arti: il cinema, in particolare nella crescente forma di cinema-documentario.

In Europa, nel mondo, siamo connessi da ponti culturali, relazioni nell’economia, legami di comunicazione, un intreccio di scambi, racconti, con radici nella storia e fronti nella modernità digitale: questo affascinante immaginario trova espressione nel BFF, festival che sfocia nella magica serata su un ponte della nostra città (Ponte Garibaldi?stiamo appunto aspettando), dove il ponte diventa cinema all’aperto, incorniciato dallo splendido paesaggio urbano e collinare della città di Verona.

mappa_verona_pontegaribaldi

Dai successi ai premi Oscar, fino agli altri rinomati concorsi internazionali, il cinema-documentario  è divenuto sunto artistico di grande fascino – come dimostrano le tendenze della cinematografia – canale espressivo di nozioni, idee, prospettive. Nella gran serata sul ponte, le proiezioni di film di rilevanza internazionale saranno arricchite dalla presenza di rappresentanti d’eccezione dal mondo cinematografico.

La successive giornate del festival saranno palcoscenico del concorso internazionale BFF, con la proiezione in sala e la premiazione dei migliori film-documentario inviati.

 

CHI SIAMO?

Il BFF è realizzato da un team di professionisti e comunicatori aderenti al progetto culturale Diplomart, grazie al supporto istituzionale del Comune di Verona e della Verona Film Commission.

Il BFF attrae l’utenza veronese, sensibile ai richiami di eventi teatrali, cinematografici e artistici in genere, quanto i tanti visitatori che provengono da ogni parte del mondo, dai turisti in genere, fino agli appassionati di cinema. L’evento contribuisce a posizionare l’immagine di Verona sulla mappa internazionale quale centro urbano, culturale ed economico di grande pregio e dinamismo.

E ORA?

Siamo pronti per un’attività di valorizzazione dei Giardini di Palazzo Bocca Trezza (ex Nani)

Waiting for the Bridge Film Festival – Verona International Documentary Film Festival

fb bff

 

CHI SONO I PROMOTORI?

Collettivo Bridge Film Festival

con

Associazione culturale Dèsegni
Associazione culturale ZeroPerCento

Sarà una rassegna cinematografica di documentari che verranno metaforicamente
utilizzati come un ponte indispensabile tra culture, paesi e prospettive diverse.

4 serate orario 19:00 – 23.00
• 4 – 11 – 18 – 25 luglio (tutti i venerdì del mese)
• Location: Giardini di Palazzo Bocca Trezza (ex nani)
• 4 documentari lungometraggi
•4 dibattiti iniziali
• degustazioni e bevande

04.luglio
BIBIONE BYE BYE ONE
di Alessandro Rossetto ; ITA |1999 ; 75 min
http://vimeo.com/61018833

11.luglio
MEGACITIES
di Michael Glawogger ; A |1998 ; 90 min
https://www.youtube.com/watch?v=_3R00MWmnsg

18 Luglio
ELEKTRO MOSKVA
di Dominik Spritzendorfer, Elena Tikhonova ; A |2013 ; 89 min
http://vimeo.com/80264743

25 Luglio
THE ACT OF KILLING
di Joshua Oppenheimer ; DAN NOR UK |2013 ; 115 min
http://vimeo.com/66577653

______________________________

Apertura Cancelli e BFF Bar
ore 19:00

Dibattito
ore 21:00

Inizio Proiezione
21:30

LOCATION

I giardini di Palazzo Bocca Trezza sono una location suggestiva per effettuare delle proiezioni di carattere culturale e sociale. Nel cuore di Veronetta, uniscono l’antica Via Postumia (Via San Nazzaro) con Via XX Settembre ma pur sempre inseriti entro la  magica cornice veronese, con un format di visione del tutto inedito e unico nel suo genere.

IMG_6053

 

SCOPO

Non abbiamo la pretesa di dare risposte.
Lo scopo di questa rassegna estiva è portare lo spettatore al chiedersi il perché delle cose, innescare dubbi, perplessità o instillare semplici curiosità. Parleremo, guarderemo, ascolteremo chi è riuscito egregiamente a riportare in immagine la vita di tutti giorni, la vita sconsiderata, la vita banale, la vita in bianco e nero, la vita a colori, quella silenziosa e quella caotica. Creare collegamenti tra queste vite che sembrano apparentemente così diverse è fondamentale, i ponti sono l’unica nostra speranza.

bff_locandina_WEB

 

 

 

 

Illustrazione di Giacomo Bagnara